Raccolta di FAQ sull’uso di Android

FAQ sull’uso di Android

1. Cosa è Android?

Android è un sistema operativo multitasking, basato su kernel Linux, nato e designato principalmente per dispositivi mobile. E’ sviluppato da Google, che ha acquistato il progetto dall’azienda fondatrice Android Inc ed è fornito sotto licenza Apache.

2. Su quali dispositivi “gira” Android?

Android può essere installato su qualsiasi dispositivo mobile o personal computer in generale dotato di touch screen. Rimane comunque un sistema nato nello specifico per dispositivi quali smartphone e tablet.

3. E’ in italiano Android?

Il sistema operativo può essere impostato nelle maggiori lingue mondiali. La quasi totalità dei contenuti è disponibile in qualsiasi lingua compreso l’italiano. Non dobbiamo quindi preoccuparci di dover conoscere l’inglese.

4. Perchè sviluppare per Android?

Sviluppare per Android può essere vantaggioso sia a livello economico che d’uso. Possiamo creare un applicazione che ci aiuta a svolgere un compito quotidiano, e allo stesso tempo metterla a disposizione di tutti gli utenti Android attraverso il Play Store. Ogni applicazione può essere rilasciata gratuitamente (inserendo o meno pubblicità nell’app) o a pagamento.

5. Cosa è un file apk

Un file apk identifica un applicazione del nostro dispositivo Android. Il suo acronimo sta per Android Package. Nella maggior parte dei casi non abbiamo mai a che fare direttamente con questi file, in quanto il dispositivo si occuperà automaticamente della loro installazione, rimozione e gestione. Le uniche operazioni dell’utente saranno quelle di risposta al permesso di esecuzione di un operazione.

6. Qual’è il linguaggio di programmazione di Android?

Il linguaggio di programmazione alla base delle applicazioni Android è Java. E’ comunque possibile sviluppare usando linguaggi quali HTML, Javascript, .NET e molti altri. Questo è reso possibile da progetti di porting delle API Java.

7. Cosa serve per sviluppare app per Android?

Android mette a disposizione un kit per gli sviluppatori al fine di consentire la nascita di applicazioni nuove e innovative. Queste applicazioni possono essere pubblicate dagli sviluppatori, all’interno del Google Play Store.

8. Cosa devo fare per vendere le mie app su Google Play?

Per vendere le applicazioni su Google Play Store occorre iscriversi alla Console per gli sviluppatori di Google Play . E’ un passo fondamentale, in quanto, senza questo non possiamo pubblicare e rendere accessibile a tutti la nostra applicazione all’interno del market ufficiale.

9. Quanto costa l’iscrizione come Android Developer?

Iscriversi al Google Android Developer Project ci consente di pubblicare e vendere le nostre applicazioni nel Google Play Store. Ha un costo una tantum di 25$ e offre svariati tool di pubblicazione e statistiche sull’uso dell’ applicazione pubblicata.

10. Quante versioni di Android esistono?

Ci sono 19 livelli di Api, dalla più vecchia alla più recente:

  1. Android 1.0 (API level 1)
  2. Android 1.1 (API level 2)
  3. Android 1.5 Cupcake (API level 3)
  4. Android 1.6 Donut (API level 4)
  5. Android 2.0 Eclair (API level 5)
  6. Android 2.0.1 Eclair (API level 6)
  7. Android 2.1 Eclair (API level 7)
  8. Android 2.2–2.2.3 Froyo (API level 8)
  9. Android 2.3–2.3.2 Gingerbread (API level 9)
  10. Android 2.3.3–2.3.7 Gingerbread (API level 10)
  11. Android 3.0 Honeycomb (API level 11)
  12. Android 3.1 Honeycomb (API level 12)
  13. Android 3.2 Honeycomb (API level 13)
  14. Android 4.0–4.0.2 Ice Cream Sandwich (API level 14)
  15. Android 4.0.3–4.0.4 Ice Cream Sandwich (API level 15)
  16. Android 4.1 Jelly Bean (API level 16)
  17. Android 4.2 Jelly Bean (API level 17)
  18. Android 4.3 Jelly Bean (API level 18)
  19. Android 4.4 KitKat (API level 19)

11. Il mio telefono si aggiornerà sempre alle versioni più recenti?

Per i cellulari Google Experience, sono rilasciati periodicamente vari aggiornamenti in modalità OTA (over the air). Ciò significa che l’utente non deve effettuare alcuna operazione particolare, se non quella di autorizzare al momento della richiesta, l’installazione dell’aggiornamento.
Per quelli non Google Experience, l’aggiornamento è invece rilasciato dal produttore del telefono con la stessa modalità.

12. Cosa è un dispositivo Google Experience

Sono dispositivi su cui viene installato il sistema Android in versione originale, senza alcuna modifica o personalizzazione da parte del produttore del telefono. Questi telefoni sono normalmente serigrafati da Google, a testimonianza del fatto che tutta la parte software e trattata solo ed esclusivamente da Google. Questo garantisce aggiornamenti costanti nel tempo, anche nel caso in cui la casa produttrice del telefono dovesse cessarne il supporto.

13. Cosa è un dispositivo non Google Experience

Sono dispositivi su cui viene installata una versione di Android personalizzata. Tale personalizzazione è fatta dal produttore del telefono, il quale ne curerà direttamente gli eventuali aggiornamenti rilasciati da Google.

14. Cosa devo fare per accedere al GooglePlay Store e scaricare i contenuti

Per poter usufruire dei contenuti rilasciati nel Play Store, occorre avere un e-mail Google, ovvero Gmail. Alla prima accensione del dispositivo, verremo seguiti verso la creazione, o l’inserimento delle credenziali se già iscritti.

15. Cosa posso scaricare dal Google Play Store

Dal Google Play Store è possibile scaricare una vasta tipologia di contenuti, quali:

  • Applicazioni
  • Film
  • Magazine
  • Musica
  • Libri

16.Ogni contenuto può essere gratuito o a pagamento.

Come acquisto eventuali contenuti non gratuiti
Un contenuto a pagamento può essere acquistato dal nostro dispositivo, accedendo allo store di Google e scalando il costo dal nostro credito residuo. In alternatvia possiamo usare la nostra carta di credito. Entrambi le modalità sono sicure e protette mediante l’uso delle migliori tecnologie in termine di sicurezza.

17. Se cambio telefono cosa succede alle applicazioni acquistate?

Google Play Store associa l’acquisto di un contenuto al nostro account Google. Accedendo dal nuovo dispositivo, sarà quindi possibile installare tutte le applicazioni e gli altri contenuti acquistati precedentemente.

18. Se cambio versione Android cosa succede alla applicazioni installate

Nessun problema, nel caso si di cambio versione del sistema Android, a causa ad esempio di un aggiornamento, tutte le applicazioni sono automaticamente aggiornate a seconda della necessità. Ogni aggiornamento di un applicazione è rilasciato dallo sviluppatore all’interno del Play Store il quale si occuperà di informare ogni dispositivo in maniera automatica.

19. La sveglia funziona a telefono spento?

No, purtroppo tale processo è gestito dal sistema operativo. Spegnendo il dispositivo quidni anche la sveglia è disattivata. Questa caratteristica vale per tutti i nuovi smartphone dotati di sistema operativo Android o diverso.

20. Cosa è la modalità Aero

Sui dispositivi Android è presente la Modalità Aereo, che disattiva tutte le connessioni consumando quindi pochissima batteria. Tale modalità è utile ad esempio se vogliamo lasciare il telefono acceso la notte impostando la sveglia, oppure quando ci troviamo in aereo.

21. Cosa significa ottenere i permessi di root del mio dispositivo

Ottenere i permessi o privilegi di root equivale a poter accedere in lettura e scrittura a tutte le cartelle ed i file del nostro dispositivo, compresi quelli di sistema.
Così facendo abbiamo quindi la possibilità di modificare a piacimento l’intero sistema. Tale operazione è comunque consigliata solo a chi ha conoscenza sulla struttura del sistema Android e Linux.

22. Cosa posso fare con i permessi di root

Abilitare tali permessi rende possibile operazioni quali la sostituzione di file di sistema, l’eliminazione di applicazioni installate dal produttore del dispositivo, bloccare servizi, personalizzare il funzionamento hardware e molto altro ancora. Sono quindi tutte operazione pericolose e vanno per questo fatte solo da utenti preparati.

23. Cosa comporta abilitare i permessi di root

Questa operazione invalida in maniera ufficiale la garanzia. Solo una operazione di hard reset e ripristino firmware può evitare tale perdita. Occorre quindi pensarci a fondo prima di effettuarla. La maggior parte degli utenti, se non la quasi totalità, non ha necessità di effettuare tale operazione in quanto la maggior parte delle applicazioni fornite nello store permette di soddisfare ogni esigenza.

24. Posso usare un telefono Android senza un account Google?

Si, ma equivale a comperare una Ferrari e non andare oltre la prima marcia! Per poter usare il nostro dispositivo a fondo e trarne tutte le potenzialità occorre quindi creare tale account. Tale operazione è naturalmente gratuita.

25. Perché è importante impostare un account Google

Impostando l’account Google nel nostro dispositivo Android abbiamo accesso a svariate funzioni, come ad esempio:

  • Sincronizzazione della rubrica
  • Sincronizzazione di foto/video
  • Sincronizzazione messaggi
  • Sincronizzazione contenuti scaricati dal Play Store

Questo vuol dire che accedendo da qualsiasi altro dispositivo Android al nostro account, avremo accesso a queste informazioni. In caso di perdita o rottura accidentale del nostro dispositivo quindi, saremo tranquilli in quanto i nostri dati sono salvati al sicuro da Google ed accessibili solo da noi.

26. Mi serve una connessione internet

Si, Android è un dispositivo che lavora la maggior parte del tempo attraverso la connessione Internet. Le operazioni più comuni riguardano l’aggiornamento del software, la sincronizzazione dei dati, l’invio di messaggistica attraverso la rete.

27. Posso usare Android senza una connessione internet

Certo che si, ma come per la domanda 18 torneremo ad usare la nostra ferrari solo in prima! Perdendo la connessione in mobilità il nostro dispositivo perde tutto ciò che lo rende smart diventando un telefono “normale”.

28. Come può connettersi ad internet il mio dispositivo

Se il dispositivo è dotato di scheda sim, dobbiamo attivare un piano dati in abbonamento dal nostro operatore telefonico. In alternativa possiamo connetterci attraverso una qualsiasi rete WiFi.

29. Con il WiFi connesso, la connessione 3G/2G si spegne?

Si. Il telefono dà la priorità alle connessioni WiFi, più veloci. Dunque in presenza di un HotSpot o di un punto di accesso memorizzato userà quello per la connessione invece che il 3G/2G dell’operatore.

30. Cosa è la modalità tethering

La modalità tethering consente di condividere la connessione del nostro dispositivo Android con un altro. La condivisione avviene creando una rete ad ho tramite tecnologia Wireless. La condivisione in modalità 3g può essere in alcuni casi non prevista da contratto con il nostro operatore telefonico.

31. Con il WiFi e la connessione 3g attivi cosa succede?

Semplice, se il tuo dispositivo ottiene l’accesso ad una connessione WiFi, sfrutterà quella per ogni invio ricezione di dato con la rete Internet. In tal modo la batteria ed il traffico dati sono preservati.

32. Durata media di una batteria di un dispositivo Android

Mediamente con un utilizzo normale del dispositivo (messaggistica, telefonate, social network) la batteria ha durata giornaliera. Non dobbiamo preoccuparci quindi, se a fine giornata il nostro telefono ha una carica residua bassa.

33. Cosa incide maggiormente sul consumo della batteria

Il fattore predominante sull’utilizzo della batteria è la luminosità del display. I produttori lavorano costantemente per ridurre tale incisività sulla durata. E’ consigliabile quindi impostare una luminosità consona alle nostre esigenze.

34. Cosa è il GPS

Gps sta per Global Positioning System e consente al nostro dispositivo la rilevazione della posizione attuale. Questa tecnologia è usata ad esempio nelle applicazioni navigatore per Android. Non tutti i dispositivi Android sono dotati di tale tecnologia.

35. Perché nel mio dispositivo è scritto a-GPS

a-GPS sta per Assisted GPS e consente di migliorare i tempi di localizzazione. Lo scopo principale è quello di assistere il classico sistema GPS nel calcolo della posizione. I dati aggiuntivi sono estrapolati dalla rete cellulare e diventa necessaria soprattutto nel traffico urbano, quando la posizione corrente è di difficile acquisizione da parte dei satelliti.
La maggior parte dei software di navigazione fa uso di tale tecnologia, offrendo una precisione di navigazione ad alto livello.

36. A cosa serve il Bluetooth con Android

Il bluetooth è una modalità di connessione senza fili che consente lo scambio di file tra dispositivi, il collegamento di device esterni come ad esempio gli auricolari.

37. Impostare un file mp3 o altri formati come suoneria

Le suonerie del nostro sistema si trovano nella cartella /system/media/audio accessibile con i permessi di root. Per ovviare al problema basta inserire una MicroSd all’interno del nostro dispositivo e creare al suo interno la directory /media/audio/alarms, /media/audio/ringtones, /media/audio/notification. Ogni file audio inserito al suo interno sarà utilizzabile di conseguenza come allarme suoneria o notifica.

38. Come connettere il dispositivo al nostro pc tramite cavo

Una volta connesso il dispositivo al pc mediante il cavo apposito che si trova nella confezione, dobbiamo attivare la modalità ARCHIVIO nel dispositivo. Per far ciò apriamo il menu a tendina delle notifiche che si trova in alto, e selezioniamo la voce connessione Usb. Da qui selezioniamo Archivio di Massa/Connetti/Accesso Memoria a seconda del tipo di dispositivo che abbiamo.

39. Posso leggere le mail del mio indirizzo non Gmail?

Certamente, il dispositivo presenta un applicazione predefinita che consente di impostare un qualsiasi account di posta. Siamo quindi in grado di leggere e inviare tutta la posta elettronica che vogliamo dal nostro dispositivo Android.

40. Come faccio a resettare il telefono alle impostazioni di fabbrica

Se decidiamo di voler tornare alle impostazioni di fabbrica del nostro dispositivo, dobbiamo accedere al menu di sistema e selezionare: Impostazioni ? Privacy ? Ripristino dati di fabbrica.
Il percorso può differire in questo modo Impostazioni ? Scheda Sd e memoria ? Ripristino dati di fabbrica.
Questa è un operazione irreversibile e cancella tutte le impostazioni ed i contenuti scaricati. Tutto ciò che si trova nella memoria esterna è invece lasciato intatto.

41. Posso usare i miei social network preferiti con Android

Certamente, la totalità dei social network più diffusi al mondo hanno pubblicato un applicazione dedita all’uso del loro network mediante Android. I casi più famosi sono Facebook, Twitter, Google+, Instagram, Linkedin, Pinterest, Flickr e molti altri ancora.

42. Cosa è NFC nel mio dispositivo

Near Field Communication (NFC) è una tecnologia wireless a corto raggio, tipicamente 4cm o meno. Questa permette di condividere piccole quantità di dati tra dispositivi dotati di tale tecnologia siano loro dotati di sistema Android o meno.
Un esempio d’uso consiste nell’attivare l’NFC di due dispositivi Android e scambiare una foto tra i due avvicinandoli ad una distanza di circa 4 cm. Con un semplice gesto di bump la foto selezionata passerà da un dispositivo all’altro.
Qui un video dimostrativo: http://www.youtube.com/watch?v=c19odYwWNic

43. Posso leggere un e-book con Android?

Certo, i dispositivi Android sono dotati di lettore e-book e quindi qualsiasi libro acquistato con questo formato può essere letto, ad esempio nel nostro Android Tablet. Anche gli e-book sono disponibili nel Google Play Store.

Michele Pierri

Sviluppatore android/web/desktop, blogger, nonchè sostenitore incallito dell’universo Cloud Computing, nel tempo libero amo fare sport e praticare arti marziali.