Introduzione al Cloud Computing – SaaS

I servizi Software as a Service (SaaS) consistono nel rendere disponibili programmi applicativi attraverso il web, senza che l’utente finale debba soddisfare requisiti quali:

  • Installazione programma sulla propria macchina;
  • Dipendenza hardware;
  • Costi di mantenimento software.

Alcuni esempi di SaaS sono i servizi offerti da Google , Zoho LogicalDoc come:

  • Fogli di calcolo;
  • Elaborazione testo;
  • Client posta elettronica;
  • Elaborazione immagini.

In tale scenario un’azienda che non ha la possibilità, necessità, o le conoscenze per investire denaro in risorse di Information Technology, ha la possibilità di decentralizzare il suo sistema informativo avvalendosi di uno o più fornitori di servizi SaaS.
In tal modo, ogni dipendente dell’azienda dotato di una qualsiasi postazione web e di credenziali di accesso, potrà avere a disposizione i software e i dati necessari allo svolgimento del lavoro.
Il fornitore del servizio esenta il fruitore, dall’intera gestione software e hardware necessaria, garantendolo secondo degli standard di sicurezza concordati.
L’azienda che ne fruisce, a sua volta, compensa il fornitore di servizi, in base al reale utilizzo di risorse, abbattendo in tal modo i costi fissi e straordinari, portati dalla gestione di un reparto interno di Information Technology.

Anche l’utenza classica trae vantaggi da questo tipo di servizio. Ha infatti la possibilità di avere con se, ovunque si trovi, i dati e i software usati, mediante l’utilizzo di un qualsiasi mezzo digitale dotato di connessione Internet e browser web.

 

Prossimi articoli

Servizi PaaS

Servizi IaaS

Torna indietro

Introduzione al Cloud Computing – Parte 1

Image: scottchan / FreeDigitalPhotos.net

Michele Pierri

Sviluppatore android/web/desktop, blogger, nonchè sostenitore incallito dell’universo Cloud Computing, nel tempo libero amo fare sport e praticare arti marziali.